Aree di crisi complessa, svolto l’incontro in Regione Lazio con i sindacati

Svolta a Genova una giornata di formazione sindacale con focus sul settore dei multiservizi
27 Maggio 2024
Aree di crisi complessa Frosinone e Rieti: accordo sottoscritto anche dal nostro sindacato, Mancini: “Soddisfatti per la destinazione di più risorse, ora più politiche attive”
4 Giugno 2024

Aree di crisi complessa, svolto l’incontro in Regione Lazio con i sindacati

I lavoratori destinatari del trattamento di mobilità in deroga per il 2024 sono quasi un migliaio. Risorse volte al finanziamento dell’indennità di mobilità in deroga ed al finanziamento della cassa integrazione straordinaria per le aree di crisi complessa di Frosinone e Rieti.

Si è svolto questa mattina, presso la Regione Lazio, l’incontro con le sigle sindacali sul tema delle aree di crisi complessa. La riunione è stata l’occasione per rassicurare i lavoratori sulla copertura economica, relativa all’annualità 2024, necessaria all’attuazione delle misure programmate. La prosecuzione degli interventi di mobilità in deroga e di cassa integrazione guadagni straordinaria nelle aree di crisi industriale complessa sarà consentita infatti grazie alle risorse messe a disposizione dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, che per la regione Lazio ammontano a 13.794.810,36. Somme che saranno utilizzate in aggiunta a quelle residue dei precedenti finanziamenti grazie alle quali nessuno resterà escluso. Ad oggi, stando le simulazioni effettuate dagli uffici regionali sono 833, rispetto agli 896 del 2023, i lavoratori destinatari del trattamento di mobilità in deroga per l’anno corrente.

“Entro una settimana – ha spiegato l’assessore regionale al lavoro, alla scuola, alla formazione e ricerca e merito, Giuseppe Schiboni – provvederemo a sottoscrivere l’Accordo quadro tra la Regione Lazio e le parti sociali, finalizzato all’utilizzo, per l’anno 2024, delle risorse volte al finanziamento dell’indennità di mobilità in deroga e al finanziamento della cassa integrazione straordinaria per le aree di crisi complessa di Frosinone e Rieti. È fondamentale dare giusta rassicurazione ai lavoratori e alle loro famiglie che, purtroppo, devono fare i conti con l’incertezza sul proprio futuro”.