La Fesica Confsal sostiene i fini di ANMIL: “Destiniamo il 5×1000 all’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro e facciamo passaparola”

CAE: l’RSU Fesica Confsal Gianni Ciaramella farà parte del Comitato Aziendale Europeo
16 Maggio 2024
Svolta a Genova una giornata di formazione sindacale con focus sul settore dei multiservizi
27 Maggio 2024

La Fesica Confsal sostiene i fini di ANMIL: “Destiniamo il 5×1000 all’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro e facciamo passaparola”

LA  FESICA CONFSAL e ANMIL APS – ETS (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) hanno intensificato il partenariato condividendo e sostenendo reciprocamente una serie di attività

 

Tutti i contribuenti possono offrire un aiuto concreto alle Onlus: basta indicare nell’apposita sezione del CUD l’Ente a cui si intende destinare il 5×1000 del proprio IRPEF indicando il codice fiscale dell’Ente.
Tale procedura non comporta alcun ulteriore versamento: si tratta, infatti, di una concessione che lo Stato fa ai cittadini consentendo loro di scegliere chi sostenere, semplicemente specificando nella dichiarazione dei redditi l’Associazione o l’Organizzazione a cui lo Stato imputerà il 5×1000 delle imposte versate dai contribuenti.

Per destinare il 5×1000 all’ANMIL è sufficiente, dunque, scrivere nell’apposita casella del modello fiscale utilizzato per la dichiarazione dei redditi il Codice Fiscale 80042630584. Destinare il 5X1000 all’ANMIL è una scelta di grande valore per offrire un aiuto concreto a chi, da oltre 75 anni, dà sostegno e tutela alle vittime degli infortuni lavorativi, alle vedove e agli orfani dei morti sul lavoro. 

Grazie a questa forma di sostegno, l’Associazione potrà continuare ad assicurare alla categoria che rappresenta, oltre che di tutti i cittadini, un’azione costante di difesa dei diritti del lavoro, di supporto per l’eventuale reinserimento lavorativo e di sostegno personalizzato in campo previdenziale ed assistenziale, nonché di divulgazione della cultura della sicurezza tra i giovani, lavoratori del domani.

 

La Fesica Confsal sostiene questi fini e per questo chiede a tutti i suoi iscritti ed a ogni cittadino di destinare il 5×1000 ad ANMIL e attivare un passaparola che nulla costa ma tanto fa!