CAE: l’RSU Fesica Confsal Gianni Ciaramella farà parte del Comitato Aziendale Europeo

Ccnl dipendenti delle agenzie di assicurazione in gestione libera, la Fesica Confsal proclama lo stato di agitazione per il mancato rinnovo: “Siamo distanti”
16 Maggio 2024
La Fesica Confsal sostiene i fini di ANMIL: “Destiniamo il 5×1000 all’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro e facciamo passaparola”
23 Maggio 2024

CAE: l’RSU Fesica Confsal Gianni Ciaramella farà parte del Comitato Aziendale Europeo

Gianni Ciaramella (in foto), delegato RSU della ceramica Geberit di Gaeta, è stato designato da tutta la RSU a rappresentare le lavoratrici e I lavoratori della Geberit di Gaeta nel CAE, il Comitato Aziendale Europeo. Si tratta di un Forum dove si discutono le questioni relative a ciascun stabilimento della Multinazionale di cui la Geberit è uno degli 11 stabilimenti sparsi in tutta Europa.

“Sono orgogliosa del lavoro svolto da Davide Tomei, il segretario regionale Fesica-Confsal, settore ceramico, in questi anni, dal 2014 ad oggi: il suo lavoro e quello dei nostri delegati Claudio e Gianni stanno rendendo grande il nostro sindacato. Complimenti a Gianni Ciaramella per la nomina e per come ci rappresenterà al Comitato aziendale Europeo” ha commentato il segretario nazionale Fesica Confsal del comparto ceramico Letizia Giello.

. . . 

CENNI SUL CAE: Il CAE è un organismo sovranazionale per l’informazione e la consultazione dei lavoratori nelle imprese multinazionali, istituto dalla direttiva dell’Unione Europea 94/45 CE del 22 settembre 1994, recepita in Italia mediante accordo interconfederale.

La costituzione di un CAE, cui partecipano i rappresentanti dei lavoratori dei paesi dell’Unione Europea, è possibile quando un’impresa abbia alle proprie dipendenze almeno 1000 lavoratori dell’UE e almeno 150 in due stati membri.

Il CAE, una volta costituito, ha diritto all’informazione e alla consultazione, almeno una volta all’anno, sulle vicende dell’impresa e a essere informato e consultato in determinate materie, quali i piani strategici e la situazione economica del gruppo, lo sviluppo occupazione, la politica sociale e l’organizzazione del lavoro, gli investimenti e i piani di razionalizzazione, l’igiene e la sicurezza sul lavoro, l’ambiente, i trasferimenti o le trasformazioni dell’azienda e ogni altra decisione di carattere trasnazionale che abbia influenza sui rapporti di lavoro.