Alfasigma, Fesica Confsal: “Non firmato l’accordo di armonizzazione dei dipendenti provenienti da SOFAR”

Geberit ceramica: a Gaeta svolto l’incontro sulla procedura di riduzione del personale. La Fesica chiarisce la natura dell’operazione
27 Marzo 2024
Quale correlazione tra trasformazione tecnologica e miglioramento della salute e sicurezza sul lavoro? Se ne parlerà con Ebiten in una giornata dedicata all’agroalimentare
4 Aprile 2024

Alfasigma, Fesica Confsal: “Non firmato l’accordo di armonizzazione dei dipendenti provenienti da SOFAR”

Le OO.SS di Categoria FESICA CONFSAL, UGL, CISAL, CONFSAL, CONFAIL e le rispettive RSU, in data 25 marzo u.s. a Milano presso la sede Confindustriale di Assolombarda, NON hanno firmato le intese relative all’armonizzazione dei trattamenti economici e normativi dei lavoratori provenienti da SOFAR, nonché dell’addendum allo stesso verbale di accordo inerente alle autovetture aziendali.

Si informano tutti i lavoratori che la nostra Federazione, FESICA CONFSAL, insieme alle altre OO.SS di categoria UGL, CISAL e CONFAIL, nonché le rispettive RSU, a seguito della contrarietà di una parte rilevante di lavoratori provenienti da Sofar acquisita da Alfasigma e facenti parte della rete esterna, nel pomeriggio del giorno 25 marzo u.s. a Milano le suddette OO.SS. NON si sono presentate a firmare il verbale di accordo dell’armonizzazione dei trattamenti economici e normativi, oltre all’addendum sulle autovetture aziendali, pur avendo appreso formalmente dalla società Alfasigma con annesso suo disappunto la mancata preventiva comunicazione dell’indisponibilità a non firmare, mentre i testi delle suddette intese siano stati invece negoziati e firmati dalle altre Organizzazioni Sindacali e dalla RSU SOFAR.

Tale decisione di non firmare, è stata assunta da FESICA CONFSAL, UGL, CISAL, CONFAIL di categoria, condividendo la manifestazione di disappunto, delusione, e disaccordo dei lavoratori esterni provenienti da Sofar, sia in riferimento al metodo, che al merito utilizzati sindacalmente relativamente allo svolgimento delle trattative per l’armonizzazione dei trattamenti economici e normativi, senza un preventivo coinvolgimento dei suddetti dipendenti ex ante all’ipotesi d’intesa raggiunta in data 19 marzo 2024, per informarli e discutere con loro, dei contenuti delle varie proposte economiche e contrattuali emerse durante tutta la fase di trattative, avvenuta a partire dal dicembre 2023 tra le Parti negoziali.

I dipendenti esterni provenienti da Sofar hanno altresì lamentato l’imposizione delle condizioni concordate sul tavolo sindacale a propria insaputa, e subite senza poterle discutere e stabilirle preventivamente con i rappresentanti dei lavoratori. Le nuove condizioni economiche e normative in molti casi determinano una perdita economica non trascurabile anche con l’applicazione di una trattenuta mensile su 12 ratei per l’utilizzo anche personale dell’autovettura aziendale e della diaria prevista per tali lavoratori che verrà superata, a seguito dell’intesa comunque firmata dalle altre OO.SS e dalla RSU SOFAR lo scorso 25 marzo. Peraltro, con spostamento di retribuzione fissa a variabile senza alcuna incidenza sugli istituti retributivi indiretti e differiti, così come il riconoscimento dell’indennità di armonizzazione, avente cadenza annuale, non avrà carattere di retribuzione ricorrente, e quindi non comporterà la maturazione di accantonamenti e non inciderà su alcun istituto contrattuale e/o di legge diretto e/o indiretto, essendo stata convenuta tale indennità come omnicomprensiva.

Inoltre, la 14esima mensilità decorrerà a far data da Giugno 2028, e l’indennità di armonizzazione sarà totalmente sostituita da una mensilità aggiuntiva piena, a titolo di quattordicesimo rateo mensile, la cui maturazione inizierà pertanto da Luglio 2027.

[I precedenti]