Inail: nuovo bando da 2,5 mln per il reinserimento dei disabili a lavoro

Fringe benefits: i lavoratori dipendenti potranno usufruire di ulteriori benefici senza concorrere alla formazione del reddito
27 Dicembre 2023
Licenziamento collettivo addetti servizi ristorazione e bar Telecom Italia tramite All Food SpA: la Fesica si “appella” al Ministero del Lavoro per evitarlo
3 Gennaio 2024

Inail: nuovo bando da 2,5 mln per il reinserimento dei disabili a lavoro

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo bando dell’Inail da 2,5 milioni per la realizzazione di progetti di formazione e informazione in materia di reinserimento e integrazione lavorativa delle persone con disabilità da lavoro. Lo comunica l’istituto in una nota. L’obiettivo è promuovere la diffusione tra i datori di lavoro, i lavoratori e i soggetti in cerca di nuova occupazione di una cultura condivisa sulle tutele previste dall’ordinamento per garantire parità di diritti ai lavoratori con disabilità e far conoscere le misure di sostegno che sono state predisposte dall’Istituto per la realizzazione degli interventi necessari al reinserimento lavorativo.

Destinatari dei finanziamenti sono gli enti bilaterali, le associazioni datoriali e sindacali, i patronati e le associazioni senza fini di lucro che hanno per oggetto la tutela del lavoro, l’assistenza e la promozione delle attività imprenditoriali, la tutela della disabilità e la progettazione ed erogazione di percorsi formativi e di alternanza.

Le iniziative di formazione e informazione devono essere destinate a un numero di partecipanti a livello nazionale complessivamente non superiore a 400 e articolarsi in almeno due dei quattro moduli indicati nell’avviso pubblico, con l’inclusione obbligatoria di quello che riguarda il Regolamento Inail per il reinserimento e l’integrazione lavorativa e le relative modalità di attivazione dei progetti personalizzati.

Le attività dovranno essere tenute da docenti qualificati e potranno essere svolte in presenza o in videoconferenza con modalità sincrona. Il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere superiore a 120mila euro e terrà conto del numero dei partecipanti e delle ore in cui si sviluppano i moduli prescelti.

L’assegnazione dei fondi avverrà attraverso una procedura “valutativa a sportello”, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande in via telematica, fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le date e gli orari di apertura e chiusura della procedura informatica per l’inoltro delle domande online e il relativo manuale operativo saranno pubblicati sul sito dell’istituto il 29 febbraio prossimo.

[ SCARICA LA MODULISTICA QUI ]