Bari e Lecce: il Segretario Generale Mariani in Puglia per incontrare i quadri sindacali in regione

Elezioni RSU – RLSSA, le urne decretano la Fesica Confsal primo sindacato alla Geberit di Gaeta
4 Dicembre 2023
Lavoro: Reinserimento degli over 50? Ecco gli incentivi alla ricollocazione (assunzione)
6 Dicembre 2023

Bari e Lecce: il Segretario Generale Mariani in Puglia per incontrare i quadri sindacali in regione

In foto la centralissima Piazza barocca "Sant'Oronzo" di Lecce

La trasferta pugliese è stata propizia anche per ricordare, quasi come un motto da seguire, quanto sia possibile “crescere ancora” poiché il trend degli ultimi dieci anni ha sempre visto accrescere la rappresentanza e la rappresentatività della Federazione in ogni comparto del privato

“Toccati” intanto due di sei capoluoghi pugliesi, Bari e Lecce, prima della fine dell’anno. La visita dei restanti è fissata ad inizio 2024 a chiudere gli incontri che il Segretario Generale Bruno Mariani aveva programmato per fare “il punto” con i segretari provinciali e zonali di tutta la Puglia, da nord fino in fondo fino al “tacco d’Italia”.

Un processo ormai consolidato dal massimo esponente Fesica per raccogliere ogni tipo di voce proveniente dalle proprie segreterie, dai caf, dai patronati, enti collegati e tutte quelle realtà sindacali-associative che con la Fesica Confsal tutelano i lavoratori, danno servizi, assistono i cittadini, formano gli operatori.

La trasferta pugliese è stata propizia anche per ricordare, quasi come un motto da seguire, quanto sia possibile “crescere ancora” poiché il trend degli ultimi dieci anni ha sempre visto accrescere la rappresentanza e la rappresentatività della Federazione in ogni comparto del privato.

Per ricordare quanto sia centrale la Fesica in Puglia, il segretario generale Mariani durante le tappe a Bari e Lecce ha ricordato che “l’industria è il settore trainante dell’economia pugliese, rappresentando il 20% del PIL regionale con l’industria alimentare, la meccanica, la chimica e la farmaceutica tra i principali nello specifico; il commercio rappresentando, sempre in Puglia, il 17% del PIL regionale generando un fatturato di 20 miliardi di euro con il commercio al dettaglio più trainante, seguito dal commercio all’ingrosso e dal turismo. Ma anche l’artigianato non è da meno – ha spiegato – poiché contribuisce alla crescita economica, alla creazione di posti di lavoro e alla promozione del turismo” .