Ceramiche Ascot e Serra, sciopero dei lavoratori in tutti e tre gli stabilimenti del gruppo. Le Rsu: “Non meritiamo questo trattamento”

Occupazione, ecco le regioni con maggiore offerta di lavoro
26 Luglio 2022
Limitazione delle attività lavorative per il caldo, da Inps ed Inail istruzioni per la cassa integrazione ordinaria
26 Luglio 2022

Ceramiche Ascot e Serra, sciopero dei lavoratori in tutti e tre gli stabilimenti del gruppo. Le Rsu: “Non meritiamo questo trattamento”

Un calo di 220 euro al mese nelle buste paga, le parole delle RSU Fesica, Filctem e Femca in vista dello sciopero di giovedì prossimo 28 luglio

220 euro in meno in busta paga e nessuna apertura da parte dell’Azienda, costringono i lavoratori ad uno sciopero massiccio e largamente condiviso. C’è infatti aria tesa fra il gruppo Victoria Plc, proprietario di Ceramiche Serra e Ascot, e i lavoratori, questi ultimi rimasti increduli per la comunicazione, a inizio giugno, di una variazione del contratto, scaduto a fine 2020.

“Il gruppo Victoria Plc nei siti produttivi di Ascot Dom, Bico e Ceramiche Serra ha scelto la strada dello scontro in occasione del rinnovo del contratto aziendale con la presentazione di un pacchetto chiuso che prevede la perdita del contratto in essere. Dopo mesi di difficile trattativa la Direzione aziendale ha di fatto chiuso e cestinato la vecchia contrattazione dal mese di Marzo 2022 sostituendo i premi produzione con tre buoni benzina, dal valore inferiore e erogazione una tantum”.

Lo dicono le RSU delle OO.SS. Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Fesica Confsal, che continuano: “Questo nonostante in Ascot il contratto attuale fosse ancora valido! L’ultima proposta per questo anno dell’azienda è inferiore all’attuale (960€ di costo massimo aziendale e vincolati in benefit) e basata su indicatori di incerta natura. Dopo gli sforzi degli ultimi due anni non meritiamo questo trattamento”.

“Chiediamo quindi: un immediato riconoscimento della contrattazione,  per noi ancora in essere, continuando ad erogarne i premi; l’erogazione dei premi a favore di chi fino ad oggi non ne ha mai beneficiato nonostante fosse previsto (non solo uffici); maggiore coinvolgimento della RSU nelle scelte della Direzione tecnica che impattano sull’organizzazione del lavoro; maggiore rispetto e carichi di lavoro adeguati.”

“Per questo, ma non solo per questo, giovedì 28 luglio 2022, i lavoratori delle ceramiche Ascot e Serra sciopereranno!”, concludono.

[SCARICA IL VOLANTINO]