L’Inail agevola chi installa un defibrillatore a lavoro, la Fesica aveva già previsto l’obbligo nei suoi Ccnl

Cambio di appalto per il servizio di pulizia ASL Roma 6, accordo mancato con la Dussmann srl
31 Agosto 2021
INL: Perchè le ispezioni sono a tempo determinato? Avviata una campagna di vigilanza, ma solo fino al 31/12
2 Settembre 2021

L’Inail agevola chi installa un defibrillatore a lavoro, la Fesica aveva già previsto l’obbligo nei suoi Ccnl

L’INAIL, attraverso il modello OT23, concede uno sconto sul premio annuale fino al 28% per chi adotta misure di prevenzione e protezione aggiuntive a quelle previste dal D.Lgs. 81/08Cartello con scritta 'DAE'Tra queste vi è l’installazione del Defibrillatore (DAE) con la presenza in Azienda di persone addestrate al suo uso. La Legge 116/2021, che entrata in vigore sabato scorso, consente l’uso del DAE, in caso di necessità, anche a persone non specificamente addestrate.

L’uso del defibrillatore semiautomatico o automatico è consentito al personale sanitario non medico e al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nell’attività di rianimazione cardiopolmonare, ma in caso di assenza di personale formato, nei casi di sospetto di arresto cardiaco, è comunque consentito l’uso del defibrillatore anche a chi non è formato. E’ infatti esclusa la punibilità di coloro che usano il defibrillatore per salvare la persona in arresto cardiaco (art. 54 codice penale); Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

E proprio a proposito della riduzione del premio INAIL per l’acquisto del defibrillatore la Fesica Confsal, in alcuni dei suoi Contratti collettivi nazionali siglati con Unci o come in quello per i “dipendenti di aziende del terziario, del commercio e dei servizi” siglato con Confimprese Italia (vedi), aveva inserito l’obbligo di adozione di un defibrillatore e la specifica formazione (Basic Life Support Defibrillation) per i lavoratori.

Con l’occasione riportiamo fedelmente uno stralcio del testo presente nel CCNL, a conferma di come il nostro sindacato sia attento ad i temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e talvolta anche precursore di certe introduzioni innovative ed al passo con i tempi: “Le Parti concordano sulla necessità di attuare interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta rispetto a quelli minimi previsti dalla legge, per sostenere la diffusione di buone pratiche sulla rianimazione cardiopolmonare e sulla defibrillazione precoce nei luoghi di lavoro; Le imprese che applicano il presente CCNL, anche se non obbligate dalla legge, sono tenute all’adozione di un defibrillatore ed alla specifica formazione per i lavoratori addetti all’utilizzo (BLSD)“.