L’Aquila, il segretario Moroni: “Grandi i sacrifici di lavoratori e Pmi, a loro fianco per superare questo momento”

Sisti (Fesica Marche): “In materia di salute dei lavoratori alcune aziende non riescono ad applicare il decreto covid19”
16 Marzo 2020
Covid-19, Il segretario regionale Leopoldino Lago fa il punto sull’attuale situazione in Veneto
16 Marzo 2020

L’Aquila, il segretario Moroni: “Grandi i sacrifici di lavoratori e Pmi, a loro fianco per superare questo momento”

In questa fase pandemica che ha colpito il del Paese, anche i segretari Fesica della Regione Abruzzo stanno facendo il massimo a supporto dei lavoratori. 

E proprio Alfredo Moroni, segretario provinciale della Fesica Confsal de L’Aquila, fa una attenta analisi di quello che sta accadendo in queste ore nel territorio di appartenenza con le pene di lavoratori, spesso dimenticati, come quelli della vigilanza privata o dei call center.

“Con l’auspicio che l’atteso maxi-provvedimento del Decreto del Governo a sostegno dell’economia e delle famiglie contenga misure realmente di riduzione delle enormi difficoltà determinate dal dramma planetario che stiamo vivendo, noi proseguiamo nella nostra azione di affiancamento e di assistenza ai lavoratori ed alle categorie più fragili. Non nascondiamo che L’Aquila ed altre zone del centro Italia  stanno ancora scontando gli esisti del sisma del 2009 e 2016/17, ma la resilienza della popolazione è nota. Ma qui – spiega il sindacalista con esperienze amministrative alle spalle –  la questione della sicurezza sui cantieri della ricostruzione si aggiunge a quella più generale che riguarda gli altri settori della società: il processo di restituzione agli abitanti delle abitazioni e di una economia ancora troppo fragile si sta di nuovo interrompendo bruscamente.

Come Federazione dei lavoratori dell’industria, del commercio e dell’artigianato, stiamo anche sostenendo il varo di misure di sostegno regionale alle piccole e medie imprese, che rappresentano l’ossatura del nostro territorio e che stanno subendo un ulteriore fatale colpo. Molti gli esercenti che  vedono complicata o addirittura compromessa la stessa sopravvivenza in mancanza di aiuti concreti.

Grande è il sacrificio e l’impegno dei dipendenti degli esercizi della media e grande distribuzione, che spesse volte non sono neppure messi in grado di difendersi adeguatamente in assenza di presidi e misure di sicurezza. Le aziende – continua Moroni –  non potranno dimenticare quanto stanno facendo questi lavoratori, sacrificando se stessi e le proprie famiglie, come nel caso di molte mamme costrette a turni estenuanti. A loro, come ai tanti addetti ai call center  – che sono costretti a confezionarsi perfino le mascherine a casa , come agli operatori delle nostre Aziende leader del settore chimico e farmaceutico – già provati da turni stressanti -, a quelli della vigilanza privata, degli studi professionali e, più in generale, agli addetti alle farmacie ed ai settori che debbono garantire la propria operatività, va tutto il nostro sostegno, rimarcando la totale disponibilità ad affrontare insieme ogni questione che li riguarda e li riguarderà nel prossimo periodo che non sarà certamente breve. Ma insieme – chiude Alfredo Moroni con ottimismo – riusciremo a superare questo momento”.