Circolare Inl 7/2019, Mariani: “Ora nessuno potrà millantare l’esclusività dei propri contratti”

Brescia, elezioni Rsu vigilanza privata. Eletto il nostro Massimo Gallo
8 Maggio 2019
Sna e Fesica ad Arona: “Azioni legali contro chi afferma falsità sui nostri Ccnl”
9 Maggio 2019

Circolare Inl 7/2019, Mariani: “Ora nessuno potrà millantare l’esclusività dei propri contratti”

Il Segretario generale della Fesica Confsal e Vice segretario della Confsal Bruno Mariani, ha accolto con grande soddisfazione l’emanazione della circolare 7/2019 (VEDI) firmata dal direttore dell’Inl Generale Leonardo Alestra, in cui finalmente si dà atto a quella libertà sindacale che mancava in materia di applicazione dei contratti.

L’indicazione che l’Ispettorato nazionale del lavoro fornisce ai propri ispettori li esorta ad entrare nel merito dei trattamenti garantiti ai lavoratori, anziché limitarsi alla verifica formale della puntuale applicazione dei contratti sottoscritti dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative. Attraverso questa indicazione, l’Inl fornisce un’interpretazione estensiva e non meramente letterale dell’articolo 1, comma 1175, della legge 296/2006, che dal 1° gennaio 2007 ha condizionato pure il riconoscimento dei benefici contributivi e normativi in materia di lavoro e previdenza anche al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli di secondo livello regionali, territoriali o aziendali.

“Ora, afferma Bruno Mariani – nessuna organizzazione sindacale potrà millantare l’esclusività dei propri contratti. La contrattazione collettiva è di tutti, adesso si ponga fine a storture antidemocratiche che limitavano la possibilità di applicazione di Ccnl differenti da quelli di Cgil, Cisl e Uil. Anche se il nostro sindacato è riconosciuto dal Ministero del Lavoro sigla comparativamente maggiormente rappresentativa, è giusto aver fatto chiarezza eliminando, una volta per tutte, quelle false verità che la cosiddetta triplice ha rivendicato per troppo, lungo tempo. Ringraziamo il Direttore Alestra, che avevo incontrato recentemente ed a capo dell’Inl da poco più di sei mesi, per la sensibilità mostrata su temi a noi cari”.