Nasce Ebiasp Puglia di Fesica Confsal – Conflavoro Pmi “per rilanciare il lavoro nelle terre dell’Ilva”

Torino, firmati accordi sindacali di conciliazione tra vita privata e lavoro
24 luglio 2018
Siglato l’accordo sindacale con le agenzie territoriali di assicurazione
24 luglio 2018

Nasce Ebiasp Puglia di Fesica Confsal – Conflavoro Pmi “per rilanciare il lavoro nelle terre dell’Ilva”

Nasce a Taranto un nuovo ente bilaterale a supporto alle imprese pugliesi e dei loro lavoratori. Si tratta di Ebiasp Puglia, il cui atto costitutivo è stato firmato il 20 luglio dalle sigle sindacali autonome ConfsalConfsal Fisals e Fesica Confsal e Conflavoro Pmi, l’associazione datoriale delle piccole e medie imprese. Presente, con il segretario generale Fesica Bruno Mariani, il presidente dio Conflavoro Pmi Roberto Capobianco. Per Confsal e Conflavoro Pmi anche Carmine Carlucci e Graziano Ceglia, ossia i rispettivi delegati regionali che seguiranno da vicino l’ente. Con Ebiasp Puglia prende corpo l’espansione territoriale di Ebiasp nazionale, il quale vede la sinergia paritetica delle medesime organizzazioni sindacali.Non è un caso la scelta di Taranto invece del capoluogo Bari, bensì un segno distintivo del fatto che Ebiasp Puglia agirà sull’intera scena regionale con l’obiettivo costante di fornire contributi tangibili al rilancio e al progresso dell’universo Pmi. Non esisteranno periferie, allora, ma solo il bene primario delle parti aderenti.

I compiti di Ebiasp Puglia

La promozione sarà a tutto tondo. Previste, ad esempio, iniziative in materia di formazione continua e professionalizzante dei lavoratori, nonché la cura delle procedure di accesso ai programmi comunitari, come il Fondo sociale europeo. A livello sindacale Ebiasp Puglia dirimerà le controversie circa l’applicazione dei contratti collettivi e, in ambito aziendale, presterà particolare impegno alla valorizzazione degli accordi di prossimità e alle ricadute positive per imprese e lavoratori. Un cavallo di battaglia, questo del potenziamento degli accordi di secondo livello aziendali e territoriali, caro a tutte le sigle firmatarie e portato avanti insieme con l’obiettivo finale di giungere a una profonda riforma del sistema dei Ccnl.

 

I commenti delle parti sociali

“Ebiasp Puglia – commenta Roberto Capobianco – sarà un punto di riferimento fattivo e concreto per le Pmi della regione e i loro lavoratori. Questo è un territorio bellissimo e volenteroso, ricco di competenze in grado di fornire un apporto enorme a tutto il Mezzogiorno. La questione dell’Ilva di Taranto è alla ribalta delle cronache, ma purtroppo in Puglia ci sono criticità enormi e numerose legate anche al mondo delle piccole e medie imprese. Ce ne occuperemo a fondo impegnandoci a superarle una volta per tutte”.

Dello stesso avviso Bruno Mariani: “Lavoratori e imprese, coi rispettivi rappresentanti, devono agire per il comune e reciproco benessere. Insieme, con un nuovo sistema di lavoro, ridaremo loro quella dignità che gli è stata portata via nel corso degli anni. Con l’Ebiasp regionale una nuova Puglia è possibile”.

“L’adesione da parte di Confsal al patto bilaterale – afferma Carmine Carlucci – è da intendersi in netta continuità con l’impegno e lo sforzo, della confederazione dei sindacati autonomi dei lavoratori, per lo sviluppo e la crescita socio-economica del meridione, tutto, e della Puglia in particolar modo. Inoltre la scelta di Taranto, come sede della sottoscrizione, risulta essere strategica poiché, come ricordato anche in altre sedi da Confsal, la Città dei due mari diviene sempre più laboratorio a cielo aperto’ per le PMI. Le quali sono le vere alternative economico-imprenditoriali ai vecchi sistemi monolitici delle grandi industrie. A tal proposito diviene utile ricordare come Confsal sia impegnata in prima linea ad utilizzare al massimo lo strumento, imperativo ed irrinunciabile della formazione dei giovani, che saranno i futuri lavoratori e/o imprenditori”.

“Le Pmi pugliesi hanno diritto a una sana e giusta competizione nel mercato del lavoro locale e non solo in quello. Ebiasp Puglia – sottolinea Graziano Ceglia – vuole aiutare le imprese e i lavoratori del territorio a rilanciarsi fornendo loro un apporto fondamentale in tema di assistenza, formazione qualificante, interpretazione di norme e regole. Un’altra scommessa, per noi di Conflavoro Pmi, nel nome della libertà sindacale e del sostegno a chi fa impresa e a chi lavora”.