Catania, Fesica per i lavoratori della “Dusty”

Casalnuovo di Napoli, proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti cimitero
13 settembre 2018
Metta (Fesica Torino) coi lavoratori azienda metalmeccanica di servizi
13 settembre 2018

Catania, Fesica per i lavoratori della “Dusty”


Nei locali della Presidenza della Regione siciliana di Catania, si sono riuniti  i rappresentanti della società subentrante DUSTY e delle 00.SS., tra cui  Fesica Confsal. Tema dell’incontro il cambio d’appalto  per il servizio di raccolta rifiuti  nel Comune di Catania.

Preliminarmente il rappresentante della Fesica Confsal ha consegnato all’Ufficio e alla Dusty, affinché sia messo agli atti, un elenco di lavoratori ex Consorzio Solco e IPI che, negli anni passati hanno operato come addetti alla differenziata porta a porta ma non sono transitati nelle nuove aziende che hanno svolto il servizio.  Le 00.SS. stigmatizzano il comportamento ostruzionista del Consorzio Seneco e chiedono alla committente di adottare ogni iniziativa sanzionatoria nei suoi confronti. 

L’appalto risulta essere sotto organico e quindi esistono margini per fare  transitare tutti i soggetti ricompresi nell’elenco dei 635 lavoratori e quindi  del “bacino prefettizio”. 

Le 00.SS. evidenziano la situazione dei lavoratori attualmente indisponibili non ricompresi nell’elenco dei 635; lavoratori che banno diritto al passaggio e chiedono che il Consorzio Seneco fornisca tali nominativi. Ricordano alla Dusty che nell’elenco del “bacino prefettizio” sono ricompresi diversi autisti che sarebbero oltremodo penalizzati da una assunzione ex novo con il livello iniziale e chiedono quindi gli venga valutato il problema e valorizzate le risorse già presenti.

Le 00.SS. nel prendere atto favorevolmente della volontà della Dusty di procedere all’assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori (1O1+ 1) del cosiddetto “bacino prefettizio” ponendo fine ad una situazione di precariato che si protraeva ormai da troppo tempo, evidenziano ancora una volta come l’assunzione con il livello contrattuale J, crei una situazione di notevole difficoltà economica per i lavoratori che per anni hanno svolto con attenzione il proprio servizio. Ricordano che tra questi lavoratori vi sono quelli che svolgono le mansioni di autista con livelli e ore di servizio elevati e chiedono quindi all’azienda, che, insieme alla committente, trovi una soluzione al problema. Infine richiedono l’apertura di un tavolo tecnico urgente per affrontare le problematiche dei lavoratori Sicilcar, OIKOS Valanghe d’inverno, ex Cons. Solco e IPL.

Al termine di ampia ed articolata discussione i rappresentanti della Dusty formalizzano alle parti la seguente proposta: assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori di cui all’elenco fornito dal Consorzio Seneco, con le esclusioni dei sei lavoratori di cui sopra e con la rimodulazione dei livelli non conformi per come sopra specificato e limitatamente alle posizioni evidenziate; assunzione dei lavoratori del cosiddetto “bacino prefettizio;’ (1Ol+1) oltre cinque non aventi diritto a tempo indeterminato, con livello a 28 ore settimanali con l’impegno ad aprire un tavolo di verifica alla scadenza trimestrale. Si dichiara disponibile, in alternativa, alla assunzione a tempo indeterminato dei 102 + con livello lB a 20 ore settimanali.

Le 00.SS. ritengono che occorra dare dignità ai lavoratori che per anni hanno convissuto con il precariato e il livello d’ingresso contrattuale J o il livèllo lB con 20 ore settimanali non la garantisce. Hanno chiesto quindi uno sforzo alla Dusty affinché venga garantito ai lavoratori il livello l:S e le 20 ore vengano aumentate, almeno a 24.

Dusty, all’esito di un confronto con la stazione appaltante dichiara di accettare la proposta delle 00.SS e, quindi, che procederà all’assunzione dei lavoratori del cosiddetto “bacino prefettizio”  (102) oltre i cinque non aventi diritto a tempo indeterminato con livello j a 28 ore settimanali con l’impegno ad aprire un tavolo di verifica alla scadenza trimestrale.